Bergamo ospita I Maestri del Paesaggio. E la città diventa Cool

E’ la settima volta che succede: I Maestri del Paesaggio hanno trasformato Città Alta in un percorso green straordinario grazie all’intervento dell’archistar Lodewijk Baljon, paesaggista olandese che l’ha ideato e ne ha curato il progetto selezionato e scelto dall’associazione Arketipos.

Devo dire che quest’anno Bergamo è davvero stupenda e me ne sono innamorata per l’ennesima volta. I mille scatti che ho fatto in Piazza Vecchia, al Lavatoio e nella Piazza della Cittadella non bastano a immortalare le emozioni che questa edizione curata nei minimi particolari ha suscitato in me.

Pronta al #greentour in Città Alta
Raffaella pronta al #greentour dell’evento Cool Landscape
Avevo letto del progetto in occasione della presentazione, ma non riuscivo a rendermi conto di come sarebbe stato. Ma devo ammettere che quest’anno la realtà ha superato davvero le aspettative. Quello che si vede è stupendo, sia di giorno che di notte.

Il Campanone visto dalla Fontana Contarini in Piazza Vecchia

Piazza Vecchia vista di sera, dalla scalinata del Palazzo della Ragione
Piazza Vecchia vista di sera, dalla scalinata del Palazzo della Ragione.
Il progetto complessivo prevedeva infatti non solo un manto erboso con vasi giganteschi e luci a coprire la celebre Piazza Vecchia come da tradizione, ma anche speciali palloni bianchi che ricordano quelli usati per le misurazioni metereologiche sospesi per aria a formare un cielo di ballons e un enorme cubo di ghiaccio che si sarebbe dovuto sciogliere come si sciolgono oggi i ghiacciai di tutto il mondo a causa del riscaldamento globale.

 

Piazza Vecchia e l'Ice Cube voluto dall'archistar Lodewijk Baljon
Piazza Vecchia e l’Ice Cube voluto dall’archistar Lodewijk Baljon come metafora del riscaldamento globale.

Tavolino di ghiaccio e sedute in Piazza Vecchia
 

Ice Cube di notte: il disgelo del ghiaccio è iniziato
Ice Cube di notte: il disgelo del ghiaccio è iniziato.
Perché questo è proprio il punto: il tema di questa edizione è infatti il COOL Landscape, che tradotto significa sia “fredda terra”, che anche “giusto”, “speciale”, “alla moda”.

Il termine Cool è un termine scelto appunto per la sua ambiguità e per introdurre dei nuovi stimoli in chi si avvicina a questo evento con occhi curiosi. Si parla quindi della temperatura del nostro pianeta, sempre più caldo e soffocato da inquinamento, della possibilità di utilizzare piante e acqua per limitare gli effetti del caldo nelle nostre città, ma si parla anche di tutto ciò che crea atmosfera, che porta relax e che si può sperimentare in un giardino curato e progettato ad arte.

Bergamo per diciotto giorni diventa un palcoscenico di arte, natura e bellezza, all’insegna del design e della creatività. Diciotto giorni di fermento culturale open air attorno a diverse aree tematiche: #GreenSquare, #GreenDesign, #GreenTour, #GreenFood, #GreenShow, #Kids, concorsi fotografici, musica, mostre, allestimenti in suggestivi vicoli, corti, chiostri, giardini e sentieri nel verde.

Io sotto il colonnato del Palazzo della Ragione in Città Alta

Installazione di Cattelani & Smith nel giardino di Palazzo Tresoldi vista di giorno

Nuvole di cotone coprono come le nuvole del cielo i giardini cool sotto il colonnato della Biblioteca Angelo Mai in Città Alta

Un calendario pensato per favorire scoperte, incontri e riflessioni grazie al dialogo con celebri archistar del paesaggio ospiti all’International Meeting of the Landscape and Garden e ai numerosi seminari e convegni previsti  sul tema del Cool Landscape. E’ possibile incontrare inoltre architetti e maestri paesaggisti che hanno lavorato alle speciali installazioni temporanee nei vicoli e nei giardini, ma anche partecipare ai laboratori didattici per bambini, alle immancabili degustazioni (non dimentichiamo che Bergamo è parte di East Lombardy, una regione enogastronimica riconosciuta), mostre e visite speciali.

L’antico lavatoio liberty di Muzio diventa Cool in occasione della settima edizione de I Maestri del Paesaggio

Installazione nei pressi del Lavatoio liberty di Città Alta a Bergamo. Ripresa notturna

Installazione Cool de I Maestri del Paesaggio 2017. Ripresa notturna
E per chi, come me, ama fare la giapponesina con il proprio Iphone, ecco che una speciale sezione dedicata alla fotografia:  #GreenEye, mostre e workshop, e un concorso per chi realizza i migliori scatti della manifestazione.


Per saperne di più, il programma completo di tutti gli eventi in Città Alta e in altre location della città (quest’anno sono presenti anche dei satelliti della manifestazione in Città Bassa) si trovano sul sito ufficiale.

I Maestri del Paesaggio
dal 7 al 24 settembre 2017
Ingresso gratuito

1 Comment

Rispondi