Evita Peròn a Sforzatica copertina

Curiosità | Sulle tracce di Evita Peron a Sforzatica (Dalmine): forse fu sepolta nel vecchio cimitero a due passi da Bergamo

Il cimitero di Sforzatica, Dalmine (BG) ormai in disuso dal 1966 è stato teatro di una delle spy story internazionali più avvincenti dello scorso secolo. Il mistero della sepoltura di Evita Peròn nella bergamasca. Se volete saperne di più, basta un clic.

Famolo strano (giocando): coi videogame, i cruciverba, i quiz e persino col Monopoly Bergamo

Tutto parla di Bergamo, anche i giochi. Complice la pandemia che ha acceso un faro mondiale sulla nostra città. Ma merito anche della voglia di riscatto dei bergamaschi che non si sono dati per vinti e hanno reagito con orgoglio portando i propri valori nel mondo. Ecco quindi che nel 2020 Bergamo entra nei giochi e mostra quella parte di sè bella che ci sorprende e che amiamo tanto.

Francesco_Jerace_Bergamo_Donizetti

Curiosità: il monumento dedicato a Gaetano Donizetti che ha cambiato volto prima di vedere la luce

La storia di Gaetano Donizetti è costellata da curiosità e misteri che mi fanno impazzire. Il mistero della calotta cranica scomparsa, la leggenda del teschio usato come portamonete, il mistero della canzone Te voglio bene assaje, la storia curiosa della torta del Donizetti. Ma eccone un’altra che dovete proprio conoscere.

Palazzo Medolago Albani: qui dormì la Principessa Sissi durante uno dei suoi primi viaggi in Italia

Scopri di quando la Principessa Sissi, o meglio l’imperatrice Elisabetta d’Austria, e lo sposo Francesco Giuseppe I dormirono in una delle stanze di questo meraviglioso palazzo sulle Mura di Città Alta, proprio di fronte a Porta San Giacomo.

4 curiosità per guardare con occhi nuovi La Danza Macabra e il Trionfo della Morte di Clusone, in Valle Seriana

4 curiosità da conoscere sulla Danza Macabra di Clusone: una poesia, una canzone, un videogioco, un romanzo noir e… tanti misteri sull’affresco più celebre della Valle Seriana

La calotta cranica di Donizetti usata come portamonete? Un documento del 1875 racconta tutta un’altra verità.

La calotta cranica di Gaetano Donizetti sparì per trent’anni, dopo la sua morte. Una leggenda vuole che fu ritrovata in un negozio, usata come portamonete. Ma la verità di chi l’ha trovata davvero e raccontato in un libro è un’altra. Scopri quale.