Prendersi cura del proprio benessere camminando con MoovinBergamo

Quante volte al ritorno dai miei giretti per monumenti e luoghi da scoprire mi sono chiesta quanti passi avevo fatto e quanti chilometri a piedi avevo percorso. Fino ad un paio di anni fa attivavo l’app Runkeeper per segnare i chilometri fatti. Poi, non so come, ho smesso. Ma ogni volta che tornavo a casa speravo sempre di aver  raggiunto almeno i 10.000 passi.

Ecco perché, quando ho scoperto che stava per partire l’iniziativa moovin bergamo dedicata al benessere e alla promozione dell’attività fisica, l’ho subito sposata. Perché è importante visitare posti nuovi da raccontare, ma non esiste solo lo spirito. Esiste anche il corpo. E per prendersi cura del proprio corpo è importante muoversi: camminando, un passo dopo l’altro, per almeno 10.000 passi ogni giorno. Le tabelle del benessere ci dicono infatti che la soglia minima di passi sotto la quale sarebbe meglio non andare è proprio 10.000. E questo numero non è così impossibile da raggiungere se cominciate a sostituire, quando possibile, i tragitti in auto con quelli fatti a piedi.

img_8348

Moovin’Bergsmo, di cosa si tratta ?

Dall’8 aprile al 6 maggio 2018, la città di Bergamo diventa teatro di un vero e proprio contest legato al benessere e al movimento attraverso il quale verranno monitorati e registrati tutti i passi compiuti (e quindi la distanza percorsa) durante la quotidianità dai partecipanti. Saranno coinvolti tutti gli abitanti della provincia di Bergamo, Cose di Bergamo, io compresa.  Per partecipare basta scaricare sullo smartphone l’app creata per l’iniziativa che registrerà il numero di passi fatti, i chilometri percorsi e le calorie bruciate. Alla fine sarà premiato chi ne avrà fatti di più.

Perché è stata lanciata?

Proprio per combattere la sedentarietà, fattore di rischio per molte malattie croniche. Per questo il Comune di Bergamo in collaborazione con UniBG, Ats ed Eco di Bergamo, ha deciso di puntare sulla competizione, per coinvolgere quante più persone in un gioco divertente basato sul numero di passi percorsi e promuovere il movimento come vero e proprio stile di vita.

Secondo i dati rilevati dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, in Lombardia, solo il 35,5% della popolazione si dedica all’attività fisica, raggiungendo il livello soglia raccomandato, ossia fanno moto per 30 minuti al giorno, almeno 5 volte alla settimana. Il 42,6% rientra nella fascia dei «parzialmente attivi», ma, addirittura, il 21% può essere definito «sedentario». Migliorare queste percentuali riducendo il numero dei sedentari è un impegno importante con ricadute positive sui costi sociali importante.

Io dove sono?
Se considero le due visite (guidate o non) alla settimana in giro per monumenti e luoghi bergamaschi, sono nella fascia dei parzialmente attivi. Ma non è abbastanza. Forse dovrei aggiungere qualche altra esplorazione delle mie corredata da post a Bergamo o una bella camminata di mezz’ora al giorno.

Che ne dite, camminiamo insieme? In fondo Bergamo e la provincia offrono un sacco di motivi per andare a piedi: esplorare luoghi nuovi, carichi di storia e di natura. Qualcuno lo avete trovato anche su questo blog.

Ma mi raccomando, scaricate l’App Moovin!

L’app

 

 

Note
Lanciata per la prima volta, dal Comune di Bergamo in collaborazione con l’Università e ATS per  incentivare l’attività fisica dei bergamaschi come stile di vita, Mooving’ Bergamo si serve di un’app creata appositamente per calcolare il movimento quotidiano delle persone. La potete scaricare gratuitamente in tutti gli App Store.

Se  volete saperne di più sulle iniziative dei prossimi giorni, ecco il link.