Prime 101 cose da fare almeno una volta a Bergamo e provincia, fatte!

Cose di Bergamo Logo Logo del blog Cose di Bergamo

img_4832101 cose da fare almeno una volta nella vita a Bergamo e provincia, fatte.

101 cose che avevo in mente di fare e di vedere almeno una volta quest’anno a Bergamo e provincia, fatte! E qualcuna di queste le ho fatte addirittura più di una volta. Anzi, moltissime volte!

Quando ho cominciato questo blog non credevo che sarei riuscita a fare così tante cose in un solo anno. Pensavo che ci avrei messo di più e invece no.

Bergamo e provincia mi hanno offerto così tanti spunti che ho dovuto addirittura fare una selezione per avere il tempo di fare tutto quello che avevo in programma e di raccontarlo.
Ho visitato luoghi pazzeschi, spiato dentro i portoni, ho scoperto mondi d’arte e di storia. Ho visitato castelli, ville. Ho indossato abiti rinascimentali. Bevuto una burro birra nel bar di Harry Potter. Ho visitato mostre, ammirato monumenti, camminato su prati d’autore. Ho ammirato quadri con un libro in mano o un paio di occhiali per la realtà aumentata. Ho visitato teatri, bevuto il caffè in bar più vecchi della scoperta dell’America. Ho letto poesie sui muri, o trovate sugli alberi. Ho letto la voglia di libertà dei carcerati del passato, ho toccato un piatto che racconta la Fame dei senzatetto d’Europa. Ho incontrato persone, conosciuto personaggi, ho stretto amicizie alimentate dall’amore per questa città. Ho fatto 101 cose senza indimenticabili senza dover andare lontano da casa. Nel week end e senza spendere una fortuna.

Come ho fatto?
E’ bastato aprire il sito dell’Eco di Bergamo ogni mattina e leggere gli eventi in calendario; chiedere consiglio  ad amici e parenti; guardarmi in giro; raccogliere le locandine e i volantini trovati in giro. Farmi trasportare dalle suggestioni e… il gioco è fatto.

Se questo diventasse il mio lavoro e dovessi solo fare questo, altro che 101 cose all’anno riuscirei a vedere, vivere e raccontare! Ne potrei fare 365, o addirittura di più. Forse 1000 l’anno!

Certo, ci vuole pazienza, curiosità e voglia di raccontare. Tutte cose che a me non mancano. E i commenti che ricevo ad ogni post mi fanno venir voglia di continuare e mi danno la forza di non smettere.

Perché, confesso, a volte non è facile. Devo scrivere facendo lo slalom tra gli impegni di scrittura veri, quelli che mi danno da vivere, quelli che mi tengono incollata alla scrivania e non mi permettono di uscire quanto vorrei. Ma lo faccio con gioia e passione. Perché ci credo.

Perché ho ancora in testa la lettera che una lettrice dell’Eco di Bergamo aveva spedito al giornale lamentandosi che la città non era più quella di una volta e che quando tornava nella sua città natale trovava solo sagre ed eventi sportivi. Ho voluto dimostrare che basta guardarsi intorno con un occhio un po’ meno superficiale e Bergamo è piena di cose da fare e da vedere, non solo da mangiare.

Spero solo che voi abbiate la voglia di continuare leggermi e di sostenermi in questo mio viaggio attraverso un territorio che offre continui cambi di paesaggio (pianura, montagna, valli, fiumi, laghi), monumenti, ville, castelli e palazzi, personaggi, arte, cibo e storie. Soprattutto storie.

Che dire di più?

Viva Cose di Bergamo!

Ps. Lo so, adesso devo solo trovare un logo migliore di questo fatto in casa. 😉