Aspettare le auto della Mille Miglia che passano sul Sentierone

Le auto della Mille Miglia

Da qualche anno (dal 2015) anche Bergamo viene attraversata dalla «corsa più bella del mondo»: la Mille Miglia. Una corsa storica circolare, che parte da Brescia arriva a Roma e ritorna al punto di partenza. Quest’anno con una tappa a Bergamo e Seriate. Sarà già uno spettacolo sentire il rombo dei motori in lontananza, ma assistere allo show sarà qualcosa di unico. Per questo appassionati e curiosi cercano di ritagliarsi un pezzo di promenade lungo il Sentierone, per vedere sfrecciare questi bolidi del passato e sognare. La Mille Miglia attira da sempre migliaia di persone, non solo appassionati di motori, ma anche persone attratte dal fascino delle auto d’epoca e del jet set del presente e del passato. 

Mille miglia c

La Mille Miglia è una gara riservata ad auto costruite fra il 1927 e il 1957. Si corre nell’arco di 3 giorni con partenza dalla piazza principale di Brescia, arrivo a Roma e ritorno no-stop a Brescia, su strade normali e aperte al traffico. Il tutto percorrendo le storiche ‘miglia imperiali’ 1700 chilometri (more or less). Carrozzerie fiammanti e motori tirati a lucido, la rievocazione della corsa di velocità disputata tra il 1927 e il 1957, è attesa da appassionati di tutte le età ma soprattutto dai motoristi d’epoca che li seguono chilometro dopo chilometro con affetto e passione.

Perchè se vogliamo dirla tutta, prima e più ancora che una corsa di auto d’epoca, ciò che rende la Mille Miglia una manifestazione davvero unica è la sua storia: oltre 90 anni di passioni, emozioni e tradizioni. L’anno scorso infatti si è corsa la gara in occasione del novantesimo anniversario. E non è poco.

Dal 2015, questi straordinari pezzi da museo giungono in terra bergamasca nell’ultima tappa della corsa, dopo aver attraversato 7 regioni e aver letteralmente portato la storia dell’automobile in oltre 200 località d’arte e cultura.  I numeri sono impressionanti: 450 vetture d’epoca, appartenenti a 73 diverse case costruttrici; equipaggi provenienti da 34 Paesi, dai cinque continenti. Gli italiani presenti sono la compagine più nutrita con 285 partecipanti. L’Olanda al secondo posto, seguita da Germania e Regno Unito. Presenti anche equipaggi che arrivano dal Belgio, Stati Uniti e Giappone. La casa automobilistica più rappresentata è Alfa Romeo, seguita dalla Fiat, da Jaguar e Mercedes-Benz.

Mille miglia b

La gara richiama migliaia di appassionati da ogni dove, soprattutto in occasione delle operazioni di punzonatura delle auto, che sono condotte nelle vie e nelle piazze storiche. Gli appassionati hanno la possibilità di incontrare i partecipanti e, tra loro, anche i propri beniamini (campioni della Formula Uno, personaggi del jet set, attori e sportivi) e scambiare impressioni sul tracciato, sulle previsioni di piazzamento, sulle auto con cui stanno attraversando l’Italia.

La Mille Miglia e l’UNESCO

Nel 2017 i promotori della corsa hanno annunciato di aver fatto richiesta di inserire la Mille Miglia tra i patrimoni (immateriali) dell’umanità dell’UNESCO. Come sappiamo non sarà un iter facile e veloce (per il riconoscimento delle nostre Mura Venete ci sono voluti quasi 10 anni), ma speriamo che la dichiarazione d’intenti abbia avuto un seguito.

Mille miglia dIl motorismo rappresenta un fenomeno culturale di importanza planetaria. Esso include alcune fra le più significanti applicazioni tecnologiche della storia dell’umanità ma – nonostante questo – non è ancora presente nelle liste stilate dall’UNESCO in relazione alle convenzioni ed iniziative internazionali (Lista del Patrimonio Mondiale, Lista rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale). Per questo sarebbe bello e importante per una manifestazione storica nata in Italia ottenere questo ambito riconoscimento.

E probabilmente non sarebbe neanche così difficile da raggiungere visto che un segnale forte e importante in questo senso è arrivato direttamente dal Direttore Generale UNESCO che lo scorso febbraio aveva concesso il patrocinio per le celebrazioni del 50° anniversario della fondazione della FIVA (Federation Internationale Vehicules Anciens), incoraggiando in tal modo tutti gli stati del mondo a formulare della proposte concrete all’Organizzazione sui temi del motorismo storico.

Curiosità sulla Mille Miglia

Rosso mille migliaPer omaggiare la Mille Miglia sono stati realizzati vari film. Tra questi possiamo citare: “La danza delle lancette” di Mario Baffico, il celeberrimo “Amarcord” di Federico Fellini e il recente “Rosso Mille Miglia” di Claudio Uberti (che ha come protagonisti principali Fabio Troiano e Martina Stella, che vediamo nella foto).

La Mille Miglia costituisce anche il tema centrale di alcuni videogiochi (ad esempio: “1000 Miglia”, simulatore di guida realizzato, “1000 Miglia: Great 1000 Miles Rally” e “1000 Miglia 2: Great 1000 Miles Rally”.

E per chi è meno tecnologico, ecco due giochi da tavola che trattano il tema della celebre corsa, ossia: “” e “Legend: Winds of  war 1934-1940”.

Insomma, ce ne è per tutti, non trovate?

Note
Le foto sono mie e sono state scattate nel 2015. Vogliono essere una testimonianza del passaggio della Mille Miglia a Bergamo, anche se di qualche anno fa. Le informazioni le ho raccolte in rete e qualcosa l’ho scritta andando a memoria. Anche io ci sono stata, come la maggior parte dei bergamaschi, che credete?

Il film non l’ho visto, ma ho visto Martina Stella sull’auto durante la Mille Miglia quando era in promozione. Lei è davvero molto molto bella. Ma ovviamente avrei preferito incontrare Fabio Troiano. 😇

 

 

8 Comments

  1. che bello vedere tutte queste macchine d’epoca passarti accanto. Anche dove abito io sono passate tanti anni fa e la cosa che mi è piaciuta è vedere l’amore dei proprietari di queste auto… e che dire poi del loro perfetto abbigliamento? unico.

  2. Da anni non ne perdo una! Fin da quando ero bambina mio papà mi ha sempre portata a vedere il passaggio delle automobili. L’ anno scorso hanno fatto sosta anche a Mantova in piazza Sordello e abbiamo potuto vederle proprio da vicino. È un pezzo di storia, spero davvero che rientri fra i beni dell’ Unesco

    1. Anche io. Spero che non si facciano intimorire dall’iter lungo e accidentato. La Mille Miglia ormai è un evento storico e partecipato da equipaggi che arrivano da ogni parte del mondo.

  3. Da quando sono piccola vedo le MilleMiglia perchè passano da Viterbo e proprio l’altra mattina le ho fatte vedere per la prima volta alla mia bambina! Un amore a prima vista!

    1. Davvero. Non so come è andata a finire ma sono proprio curiosa. Mi sa che cercherò di intervistare qualcuno per saperne di più. Poi magari vi aggiorno su FB. A proposito, lo sai che il blog è anche su FB e su Instagram? Cose di Bergamo, facci un giro. Ogni giorno una foto o un post diversi.

Rispondi