Il Leone della Serenissima

Famolo strano (cacciando) | A caccia di leoni in Città Alta, armati solo di macchina fotografica

Contare e conoscere il significato di tutti i leoni scolpiti che si trovano a Bergamo Alta. Dal Leone di Venezia al Leone della Fontana Contarini, a quello che accoglie le anime della Basilica e che le lascia andare. Leggende e verità storiche.

Muri dipinti a Calcio

Passeggiare col naso all’insù a Calcio, uno dei paesi dipinti in provincia di Bergamo, dove i murales sono di casa.

Le 50 opere che decorano i muri delle vie di Calcio: da Trento Longaretti a Giovanni Repossi, Angelo Boni. Ma anche opere di studenti venuti dalle accademie italiane ed europee quali Barcellona, Brescia, Sassari, Brera, Birmingham, Vienna e di pittori del luogo. Da visitare con il naso all’insù.

Bergamo vista dall’Alto sul Colle di Sant’Eufemia per riscoprire la storia della città.

Visita guidata organizzata dagli Igers di Bergamo e dal Museo delle Storie di Bergamo sul colle di Sant’Eufemia, per fotografare Bergamo dall’alto ripercorrendo la storia della Rocca, della chiesa di Sant’Eufemia. Con accesso inedito alla scaletta del condannato.

Andare a caccia di dinosauri per le vie di Bergamo festeggiando i 100 anni del Museo Caffi

Festeggiare i primi 100 anni del Museo di Scienze Naturali di Bergamo, Museo Caffi, andando a caccia di dinosauri per le vie della città e visitando la mostra dedicata a questi terribili animali estinti tanto amati dai bambini.

Tour di Treviglio alla scoperta dei chiostri medievali e cortili secenteschi che impreziosiscono il centro cittadino. 

Un pomeriggio con gli Igers di Bergamo a visitare il centro di Treviglio. La Torre Civica, i cortili dei palazzi del Seicento di via Galliari e il chiostro trecentesco del Centro Civico Culturale. What else?
Che lo consiglio a tutti.

Un tuffo nel passato visitando il Villaggio Operaio di Crespi d’Adda, Patrimonio dell’UNESCO.

Un tuffo nel passato, per le vie del villaggio operaio di fine Ottocento dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, Crespi d’Adda. Un luogo che ci riporta in un tempo lontano dove la vita degli uomini era legata in modo inscindibile con la vita della fabbrica. Da visitare.