Street art partecipativa | L’Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo

Odissea sui Muri di Borgo Palazzo. Da qualche tempo a Bergamo, come nelle grandi città europee, alcune guide turistiche hanno cominciato ad organizzare gli  street art tour, passeggiate tra murales e graffiti, che a pieno titolo diventano arte di strada in un museo a cielo aperto. La street art a Bergamo è un fenomeno crescente e sempre più apprezzato, nato dall’idea di salvaguardare gli spazi urbani come un bene collettivo. Ecco quindi che anche i quartieri periferici diventano meta di turismo culturale, esprimendone la quotidianità e la vita attraverso l’arte.

Sui muri del quartiere di Borgo Palazzo da qualche tempo è possibile compiere un itinerario alla scoperta di murales che raccontano la storia di Ulisse e del suo mitologico viaggio: i lotofagi, il ciclope Polifemo, la discesa nell’Ade, le sirene e Circe. Tutto questo da via Vivaldi a via Serassi, passando per via Galgario, Borgo Palazzo, Codussi e altre ancora: 10 quadri dalle dimensioni giganti su altrettanti muri del quartiere.

L’Odissea sui muri: progetto finanziato dalla Comunità Europea.

La mappa dell'Odissea sui Muri di Borgo Palazzo

Il progetto di street art di cui vi parlo oggi e che vi invito ad andare a scoprire con una passeggiata nel quartiere di Borgo Palazzo a Bergamo è un percorso di arte urbana partecipativa.  Si tratta di un’iniziativa realizzata dal Comune di Bergamo,  nell’ambito dell’articolato progetto Capacityes, finanziato dall’Unione Europea. Le attività di questo progetto sono tre: co-housing, spazi culturali dedicati all’infanzia e un’iniziativa di street art partecipativa per favorire l’inclusione, Odissea sui Muri, appunto.

La storia di Ulisse sui muri è un vero e proprio racconto per immagini costituito da una serie di opere d’arte pubblica, dedicate a grandi e piccini e ispirate direttamente dai bambini e dalle bambine del quartiere. Una sorta di percorso tra le vie del quartiere, che unisce due progetti dedicati all’inclusione sociale nelle periferie urbane: un progetto di co-housing temporaneo per famiglie di migranti con bambini e un nuovo hub culturale multifunzionale del quartiere che mira ad accogliere tutti i bambini in modo inclusivo. L’Hub4Kids offrirà diverse proposte culturali, sportive ed artistiche, per dare modo ai bambini di esercitare pienamente il diritto alla partecipazione sociale e culturale nella comunità, riducendo così la povertà educativa infantile.

Arte urbana partecipativa: i bambini ispirano gli street artist

I poster per coinvolgere i bambini nel progetto Capacities

L’Odissea sui muri è come ho già detto un progetto di street art partecipativo. Cosa significa? Che abitanti e artisti partecipano all’ideazione e alla realizzazione delle opere d’arte urbana, ognuno con ruoli e capacità distinti.  Il meccanismo è molto semplice: i bambini del quartiere sono chiamati a riflettere intorno ad una storia o ad una tematica di riferimento. Le loro riflessioni vengono espresse attraverso i disegni che diventano fonte di ispirazione e bozzetti per artisti professionisti che poi riverseranno quelle idee sui muri del quartiere.

Tutto questo avviene grazie a dei workshop condotti da attori ed esperti professionisti, capaci di aiutare i bambini di diverse età ed etnie a riflettere tutti su un’unica storia, portando le loro giovani vite ed esperienze nei disegni che raccontano quella storia. Gli artisti, street artist, raccolgono le idee disegnate dei bambini e le trasformano in murales nelle vie del quartiere. L’insieme di questi murales diventa un unico racconto. Quello che gli ideatori dell’iniziativa hanno pensato come “corridoio culturale urbano”, segno dell’azione rigenerativa, ma anche messaggio di inclusione e di integrazione.

I murales del progetto Capacityes ispirati dall’Odissea

I murales di Borgo Palazzo si ispirano all’Odissea di Omero. Ulisse il protagonista di Odissea, eroe ricco d’astuzia, dovette viaggiare per molti anni prima di trovare la strada di casa, prima di poter trovare un luogo sicuro. Questo personaggio innesca una metafora perfetta del percorso di vita che devono affrontare o hanno già dovuto affrontare le famiglie di migranti che sono da poco entrate nel quartiere di Borgo Palazzo e raccontarla serve a comprendere quel tipo di esperienza.

L’Odissea costituisce un riferimento culturale assodato per diverse generazioni e quindi si resta bene per divenire un contesto di dialogo inclusivo per le comunità locali consolidate e per quelle che stanno entrando sul territorio .

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo Ulisse

Allo stesso tempo il viaggio di Ulisse costituisce un insieme di esperienze meravigliose che scatenano la fantasia dei bambini. Un viaggio nel quale si manifestano elementi narrativi fantastici che stimolano la curiosità e il desiderio di mettersi in gioco dei bambini. Personaggi mitologici, prodigiosi giganti cannibali con un solo occhio, sirene incantatrici e maghe che trasformano gli uomini in maiali, erbe miracolose, riti evocativi e vasi che contengono il potere degli uragani.

A Borgo Palazzo per ripercorrere il viaggio di Ulisse con 10 murales 

Ecco quindi un progetto che invita le persone di Bergamo a scoprire il quartiere di Borgo Palazzo e i dintorni. L’idea di andare a cercare tutti questi muri in una sorta di itinerario narrante, andando a scoprire anche nei luoghi un po’ nascosti le 10 opere che costituiscono i progetto.

La cosa da fare a questo punto è andare a Borgo Palazzo a scoprire uno ad uno i murales che raccontano il meraviglioso viaggio di Ulisse.

Via Vivaldi 14

In via Vivaldi 14 inizia l’avventura di Ulisse, che finita la guerra di Troia, si mette in viaggio sulla via di casa, Itaca. Ma l’eroe ignora ancora le avventure e la prove a cui sarà sottoposto e il tempo che ci metterà per tornare dalla moglie Penelope e dal figlio decenne Telemaco.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo murale 1

Via Vivaldi 17

Su un muro di via Vivaldi 17 a Borgo Palazzo, troviamo un murale con la storia del Ciclope Polifemo, il gigante con un occhio solo, ingannato da Ulisse che gli disse di chiamarsi Nessuno.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo Polifemo

Incrocio tra via Serassi e Via Borgo Palazzo

Tra la via Serassi e via Borgo Palazzo, troviamo un murale che narra le vicissitudini di Ulisse. Il nostro eroe approda sull’isola dove vive Eolo, il dio dei Venti.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo Eolo il dio dei Venti

Via Galgario 27

In via Galgario, viene rappresentata l’infelice avventura della città dei Lestrigoni.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo

Via Borgo Palazzo

In via Borgo Palazzo, Ulisse incontra la Maga Circe, la maga che trasforma gli uomini in porci.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo la maga Circe

Via Codussi, 7

Sul muro esterno della palestra di via Codussi 7 troviamo 3 pannelli. Il primo a sinistra racconta la discesa di Ulisse nell’Aede.

Sul pannello centrale del muro esterno della palestra della scuola di via Codussi, Ulisse incontra le sirene. Per fortuna si era fatto mettere la cera nelle orecchie e si era fatto legare all’albero della nave altrimenti non sarebbe riuscito a resistere al canto ammaliatrice delle sirene e si sarebbe gettato in acqua morendo.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo tre murales

Nel terzo pannello entrano in scena altri due personaggi mitologici: Scilla e Cariddi. Alcuni dei compagni di avventure di Ulisse, qui hanno avuto meno fortuna.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo Scilla e Cariddi

Sulla ciclabile che costeggia la ferrovia

In corrispondenza della ciclabile che costeggiano la ferrovia tra via Santi Maurizio e Fermo e via Bianzana sono visibili le rappresentazioni dello sbarco sull’isola di Ogigia e di Trinacria, le vacche del dio Sole sacrificate sciaguratamente dai compagni di Ulisse

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo murale vicino alla ferrovia

via Serassi 17

In via Serassi 17, Ulisse raggiunge la via di casa e torna nella sua patria, ad Itaca. Qui  si può anche osservare la nave di Ulisse e percorrere sulla mappa tutto il viaggio del nostro eroe attraverso il Mar Mediterraneo, i luoghi dell’Odissea.

Odissea sui muri di Borgo Palazzo a Bergamo il ritorno a Itaca

Altri progetti di street art bergamaschi

Ti piace la street art? Hai già visto altre attività a Bergamo o in provincia di Bergamo che ti hanno colpito?

Se questo articolo ti ha incuriosito, ecco alcuni articoli che possono aiutarti ad andare alla scoperta della street art bergamasca.

Street art a Bergamo: al Rondò delle Valli c’è una “street” che fa “art” con 39 opere d’arte urbana.

Ghiaie di Bonate: dove da 15 anni la Divina Commedia parla il linguaggio della Street Art

L’Albero degli Zoccoli e il murale di Ale Senso a Castel Cerreto

 

Note: le immagini e le informazioni di questo articolo sono tratte dal sito Capacityes

One comment

Grazie di aver letto il post. Se desideri lasciare un commento sarò felice di leggerlo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.