Lights On Confindustria Bergamo piazza della Libertà

Lights on – Bergamo Confindustria: Piazza della Libertà illuminata dalla scultura temporanea di Objects of Common Interest

Lights on Confindustria Bergamo, Piazza della Libertà: si è illuminata per la prima volta domenica 22 gennaio alle 18 nella piazza progettata dal celebre architetto bergamasco Alziro Bergonzo.  Lights on – Confindustria Bergamo è un’imponente scultura luminosa realizzata dallo studio di artisti designer Object of the Common Interest che dialoga con il Palazzo della Libertà nel cuore del Centro Piacentiniano:  un’opera d’arte sinuosa e flessibile che esprime con tutta la sua potenza immaginifica la visione di un territorio attrattivo e consapevole delle proprie potenzialità.

Photo credits: FTfoto

Inaugurata nel primo week end di eventi di Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023, l’opera esprime la modernità della capitale orobica, partendo dai suoi punti di forza: cultura del lavoro e forte senso di appartenenza. Qui si coniugano con i valori dell’innovazione e della sostenibilità economica, sociale e ambientale, grazie alla capacità evocativa dei linguaggi dell’arte e della cultura.

L’opera, a carattere temporaneo, è interamente sostenuta da Confindustria Bergamo ed è stata selezionata nell’ambito del contest internazionale lanciato in collaborazione con Comune di Bergamo e GAMeC per la progettazione di uno spazio urbano chiamato a interpretare il tema della capitale della cultura “La Città Illuminata”.

Photo credits: FTfoto

“Lights On” non è quindi una semplice scultura luminosa, ma punta ad illuminare Piazza della Libertà anche con le persone che interagiranno con l’intervento, che abiteranno lo spazio urbano accendendo quest’area della città. L’invito è quello di vivere questa nuova luce in tutti i suoi significati.

Piazza della Libertà vista da (e con) una prospettiva tutta nuova

Photo credits: FTfoto

“Lights on – Confindustria Bergamo” è una grande scultura luminosa site-specific. L’opera si propone come un’opera d’arte a sé stante che si diffonde e viaggia attraverso un pavimento hard-scape e diversi blocchi di posti a sedere che si legano tutti insieme diventando un’opera d’arte pubblica. 

Riattivare , riutilizzare e rinnovare, sono stati i principi che hanno guidato la sua realizzazione, promuovendo l’esistente e la filosofia secondo cui il vero cambiamento deriva dal riapprezzare e riproporre ciò che già possediamo. Tutti gli elementi sono stati progettati per avere una vita oltre l’evento, nel loro insieme o in parti, ogni pezzo può essere riassemblato in una varietà di cluster in luoghi diversi.

Oltre ad ammirare l’installazione luminosa Lights On – Confindustria Bergamo, per la prima volta è possibile osservare anche la fontana presente al centro di Piazza della Libertà da un’inedita prospettiva ravvicinata, grazie a una pavimentazione sopraelevata, realizzata con gomma riciclata. A completare l’allestimento una serie di sedute in marmi policromi recuperati e resina riciclata.

Per comprendere il valore dell’opera, (ri)scopriamo la storia di Piazza della Libertà

Piazza della Libertà a Bergamo

Con quest’opera  si riattiva uno spazio pubblico che appariva sottoutilizzato trasformandolo in un ambiente più vivo, in una piazza della ‘città illuminata’ che sia di ispirazione e porti gioia a chi la abita. Ma per apprezzare davvero l’opera Site Specific dei designer Pelatoni e Trampiukis, facciamo insieme un passo indietro: (ri)scopriamo la storia di questa piazza dall’impianto razionalista iniziata nel 1940. Alziro Bergonzo la cominciò poco prima della guerra e la completò così come la vediamo oggi,  con un parcheggio sotterraneo e una particolarissima fontana sovradimensionata, alla fine degli anni Novanta.

Leggete: Alziro Bergonzo a Bergamo: tour tra le opere che si trovano in città

Objects of Common Interest

Lo studio Objects of Common Interest che ha progettato e realizzato l’opera site specific Lights On è composto dai designer Eleni Petaloti e Leonidas Trampoukis. I due vivono e lavorano tra Atene e New York ed espongono i loro progetti in istituzioni, gallerie e fiere d’arte e di design. Insieme hanno presentato mostre personali in istituzioni quali il Museo Noguchi di New York, il Museo del Design di Bruxelles, la Biennale di Architettura di Venezia e il Salone del Mobile di Milano. Hanno vinto il Wallpaper* Design Award 2022 e il Design Prize 2021 nella categoria “sperimentazione”.

 

Come raggiungere Piazza della Libertà a Bergamo

Piazza della Libertà Bergamo Google street view

Per raggiungere Piazza della Libertà inserite nel vostro navigatore questo link

 

Note: le foto sono in parte mie e in parte recuperate in Rete. 

2 comments

Grazie di aver letto il post. Se desideri lasciare un commento sarò felice di leggerlo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.